Catasto delle strade bianche e territorio
Nel 2011 si concretizza il lavoro di tutela delle strade bianche e viene firmato il protocollo d’intesa con la Provincia di Siena e i 12 Comuni attraversati dal percorso de L’Eroica. Nasce così il catasto delle strade bianche della provincia di Siena.

Il protocollo ha l’obiettivo di condividere una linea comune di conservazione e valorizzazione del percorso ciclo-turistico de l’Eroica, il viaggio a pedali nelle terre di Siena ormai conosciuto in tutto il mondo, coordinando gli interventi di manutenzione e gestione delle strade bianche e dei manufatti minori di arredo che lo attraversano. 

Il protocollo vede tra i firmatari i Comuni di: Siena, Gaiole in Chianti, Radda in Chianti, Castelnuovo Berardenga, Asciano, San Giovanni d’Asso, Pienza, San Quirico d’Orcia, Montalcino, Buonconvento, Murlo e Monteroni d’Arbia.

Con la firma del protocollo, il percorso individuato dalla Fondazione l’Eroica - 205 chilometri di cui 113 su strade bianche – viene, così, formalmente riconosciuto dalle amministrazioni comunali toccate dal tracciato, con l’impegno di recepirlo nei propri strumenti urbanistici sulla base di linee guida condivise di gestione che saranno redatte dall’amministrazione provinciale con il coinvolgimento dei Comuni stessi.

Un patrimonio a disposizione di tutti, conservato, segnalato alla perfezione e fruibile in tutte le declinazioni: in bici, a piedi, a cavallo, in moto. Un progetto innovativo di sviluppo del territorio, che fa tesoro di un patrimonio storico e ambientale unico, come sono le strade bianche, e sceglie di proiettarlo nel futuro.

Nel 2016 un contributo viene riconosciuto al Comune di Asciano per il ripristino di un tratto di strada bianca fortemente danneggiato dal maltempo

Allegati